Homepage

"Per sopravvivere alla crisi
bisogna avere un forte rispetto per se stessi.
Voler vivere bene, non solo sopravvivere.
Avere dei valori, puntare all'eccellenza,
essere protagonisti del proprio futuro.
E' possedere la dote dell'intensità,
saper guardare lontano,
sacrificarsi ora perché il domani sia redditizio.
E' necessario farsi un'idea propria del mondo.
Capire chi sono gli amici e chi i nemici,
una dote che si chiama empatia"
                               Jacques Attali

 

Il Nostro Blog – Info e news

BANDO VOUCHER DIGITALIZZAZIONE: INVESTIRE NEL FUTURO COSTA LA META’
BANDO VOUCHER DIGITALIZZAZIONE: Investire nel Futuro costa la metà
Sillumina: nuovi bandi per Giovani, Arte e Cultura
Business HI-TECH ed innovativo? “SMART&START” finanzia la tua idea
Resto al Sud: finanziamento per nuove imprese

 

Le nostre attività

Programmi Comunitari

OGGETTO
Il programma Diritti, Uguaglianza e Cittadinanza subentra a tre programmi che sono stati operativi nel periodo 2007-2013, ovvero i programmi specifici Daphne III e Diritti fondamentali e cittadinanza e le sezioni “Parità fra uomini e donne” e “Diversità e lotta contro la discriminazione”del programma Progress.

DURATA
01/01/2014 – 31/12/2020
FONTE UFFICIALE
Regolamento n. 1381/2013 istitutivo del programma.
Rettifica del Regolamento n. 1381/2013.
Commissione Europea – DG Giustizia e Affari Interni .
ENTE EROGATORE
Commissione Europea
OBIETTIVO
Il programma intende contribuire al consolidamento di spazio in cui l’uguaglianza e i diritti delle persone, sanciti dai Trattati UE , dalla Carta dei diritti fondamentali dell’ UE e dalle Convenzioni internazionali in materia di diritti umani, siano promossi e protetti.

OBIETTIVI SPECIFICI
-Promuovere l’attuazione efficace del divieto di discriminazione (basato su sesso, razza o origine etnica, religione o convinzioni personali, disabilità, età o orientamento sessuale),compreso il divieto di discriminazione sancito dalla Carta dei diritti fondamentali dell’ UE ;
-Prevenire e combattere il razzismo, la xenofobia, l’omofobia e le altre forme di   intolleranza;
-Promuovere e proteggere i diritti delle persone disabili;
-Promuovere la parità tra donne e uomini e l’integrazione di genere;
-Prevenire e combattere tutte le forme di violenza nei confronti di bambini, giovani e donne, nonché verso altri gruppi a rischio, e proteggere le vittime;
-Promuovere e tutelare i diritti del minore;
-Contribuire a garantire un livello elevato di protezione dei dati personali;

-Promuovere e rafforzare l’esercizio dei diritti derivanti dalla cittadinanza dell’Unione;
-Promuovere, nel mercato interno, l’esercizio dei diritti a tutela dei consumatori e di quelli derivanti dalla libertà di impresa.

AZIONI
Settori di intervento:
– sensibilizzazione e miglioramento della conoscenza del diritto e delle politiche dell’Unione,
nonché dei principi e valori su cui l’Unione è fondata;
-sostegno all’attuazione e all’applicazione efficace e coerente delle politiche e del diritto
dell’ UE negli Stati membri, nonché al loro monitoraggio e valutazione;
-promozione della cooperazione transnazionale e miglioramento della conoscenza e della fiducia reciproche fra tutte le parti interessate;
-miglioramento della conoscenza e comprensione dei potenziali ostacoli all’esercizio dei diritti e dei principi sanciti dai Trattati UE , dalla Carta dei diritti fondamentali dell’ UE , dalle Convenzioni internazionali a cui l’ UE ha aderito e dalla legislazione derivata dell’Unione.

ATTIVITÀ FINANZIABILI
– Attività di ricerca e analisi: elaborazione di metodologie, di indicatori o criteri di riferimento comuni; studi, analisi, indagini e valutazioni; elaborazione e pubblicazione di guide,relazioni e materiale didattico; monitoraggio e valutazione del recepimento e dell’applicazione del diritto dell’ UE e dell’attuazione delle sue politiche; conferenze,seminari, riunioni di esperti.
– Attività di formazione quali scambi di personale, convegni, seminari, eventi di formazione per formatori e sviluppo di moduli di formazione online o di altro tipo.
– Attività di apprendimento reciproco, cooperazione, sensibilizzazione e divulgazione quali individuazione e scambio di buone prassi, di approcci ed esperienze innovativi; organizzazione di valutazioni peer review; conferenze, seminari, campagne mediatiche; campagne d’informazione, inclusa la comunicazione istituzionale delle priorità politiche dell’ UE correlate agli obiettivi del programma; raccolta e pubblicazione di materiali informativi sul programma e i suoi risultati; sviluppo, gestione e aggiornamento di sistemi
e strumenti che utilizzano le TIC.
-Sostegno ai principali attori le cui attività contribuiscono all’attuazione degli obiettivi del programma, come ONG che attuano azioni a valore aggiunto europeo, reti di livello europeo e servizi armonizzati a valenza sociale; sostegno agli Stati membri nell’attuazione delle norme e delle politiche dell’ UE e sostegno ad attività di networking a livello europeo tra enti e organizzazioni specializzati, nonché tra autorità nazionali, regionali e locali e
ONG.

BENEFICIARI
– Amministrazioni locali
– Amministrazioni Regionali​
– Centri/Enti di ricerca
– ONG (Organizzazioni Non Governative)
– Organismi pubblici
– Organizzazioni internazionali
– Organizzazioni non profit
– Pubbliche amministrazioni
– Università
– Organizzazioni internazionali attive nei settori coperti dal programma, quali il Consiglio d’Europa, l’ OCSE e l’ ONU .

PAESI ADERENTI AL PROGRAMMA
 UE 28: Austria, Belgio, Bulgaria, Cipro, Croazia, Danimarca, Estonia, Finlandia, Francia,
Germania, Grecia, Irlanda, Italia, Lettonia, Lituania, Lussemburgo, Malta, Olanda, Polonia,
Portogallo, Regno Unito, Repubblica ceca , Repubblica slovacca, Romania, Slovenia, Spagna,
Svezia, Ungheria.
– EFTA / SEE : Norvegia, Islanda e Liechtenstein.
– Paesi candidati all’UE: Islanda, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia e Serbia.
– Paesi potenziali candidati : Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo (ai sensi della risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza dell’ ONU ).

ALTRI PAESI PARTECIPANTI
Paesi terzi, in particolare nei Paesi della politica europea di vicinato, possono partecipare a loro spese alle azioni del programma, qualora ciò sia utile alla realizzazione di tali azioni.

DOTAZIONE FINANZIARIA DISPONIBILE
Il programma dispone di una dotazione finanziaria pari a € 439.473.000.
ENTITÀ DEL CONTRIBUTO
Specificato nei singoli bandi/avvisi
MODALITÀ E PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE
Per l’attuazione del programma la Commissione UE adotta programmi di lavoro annuali che stabiliscono le azioni da finanziare, i criteri di ammissibilità e selezione delle proposte, l’entità delle risorse disponibili. Sulla base dei programmi di lavoro vengono poi pubblicati, a seconda dell’azione, inviti a presentare proposte di progetto (call for roposals) e bandi di gara d’appalto (call for tenders).

 

 

 

FONTE UFFICIALE
Programma Operativo Nazionale 2014 – 2020
Codice Identificativo: 2014IT16RFOP001
DURATA
01/01/2014 – 31/12/2020
ENTE EROGATORE
Commissione Europea – Direzione Generale Politica Regionale.
AUTORITÀ DI GESTIONE
MIBAC – MINISTERO DEI BENI E DELLE ATTIVITÀ CULTURALI
Segretariato Generale
Via del Collegio Romano 27 – 00186 ROMA
+39 06 67232002
OBIETTIVI TEMATICI DEL QUADRO STRATEGICO COMUNE
OT3 – Competitività delle Piccole e Medie Imprese (PMI) del settore culturale e turistico. OT6 – Preservare e tutelare l’ambiente e promuovere l’uso efficiente delle risorse.
ASSI, PRIORITÀ DI INVESTIMENTO, OBIETTIVI SPECIFICI E AZIONI
ASSE I – Rafforzamento delle dotazioni culturali Priorità
6c – Conservare, proteggere, promuovere e sviluppare il patrimonio naturale e culturale.
Obiettivo specifico
6c.1 – Miglioramento delle condizioni e degli standard di offerta e fruizione del patrimonio culturale nelle aree di attrazione.
Azioni
6c.1.a – Interventi per la tutela, la valorizzazione e la messa in rete del patrimonio culturale, materiale e immateriale, nelle aree di attrazione di rilevanza strategica tale da consolidare e promuovere processi di sviluppo(“Attrattori culturali”: aree archeologiche, beni del patrimonio storico-architettonico ed artistico, musei, ecc. ).
6c.1.b – Sostegno alla diffusione della conoscenza e alla fruizione del patrimonio culturale, materiale e immateriale, attraverso la creazione di servizi e/o sistemi innovativi e l’utilizzo di tecnologie avanzate (es. realizzazione di piattaforme conoscitive ed informative, sistemi informativi ntegrati,applicativi, soluzioni ed allestimenti TIC di supporto alla visita, sistemi di monitoraggio e valutazione dei servizi erogati, card per la fruizione di servizi integrati on in   rete, sistemi di bigliettazione integrata, servizi di informazione integrata sull’offerta e relative modalità di fruizione, ecc.).
ASSE II – Attivazione dei potenziali territoriali di sviluppo legati alla cultura

 

Priorità
3a – Promuovere l’imprenditorialità, in particolare facilitando lo sfruttamento economico di nuove idee e promuovendo la creazione di nuove aziende, anche attraverso incubatori di imprese;
3b – sviluppare e realizzare nuovi modelli di attività per le PMI , in particolare per l’internazionalizzazione;
3c – sostenere la creazione e l’ampliamento di capacità avanzate per lo sviluppo di prodotti e servizi.
Obiettivi specifici
3a.1 – Nascita e Consolidamento delle Micro, Piccole e Medie Imprese;
3b.1 – consolidamento, modernizzazione e diversificazione dei sistemi produttivi territoriali;
3c.1 – diffusione e rafforzamento delle attività economiche a contenuto sociale.
Azioni
3.a.1a – Interventi di supporto alla nascita di nuove imprese sia attraverso incentivi diretti, sia attraverso l’offerta di servizi, sia attraverso interventi di micro-finanza.
3.b.1a – Supporto allo sviluppo di prodotti e servizi complementari alla valorizzazione di identificati attrattori culturali e naturali del territorio, anche attraverso l’integrazione tra imprese delle filiere culturali, turistiche, creative e dello spettacolo, e delle filiere dei prodotti tradizionali e tipici.
3.c.1a – Sostegno all’avvio e rafforzamento di attività imprenditoriali che producono effetti socialmente desiderabili e beni pubblici non prodotti dal mercato.
ASSE III Assistenza tecnica
Obiettivo specifico
Attuazione efficiente del PON e supporto all’implementazione del piano di rafforzamento amministrativo.
Azioni
AT.1 – che interessa in modo diretto e mirato tutta la filiera attuativa sino ai livelli dei beneficiari e degli stakeholders e vuole rafforzare altresì la cooperazione istituzionale per la migliore attuazione di tutti gli adempimenti previsti;
AT.2 – che sostiene l’elaborazione del Piano di Valutazione del PON , nonché i processi di valutazione in itinere ed ex post del Programma nel suo complesso o di sue parti;
AT.3 – finalizzata alla definizione e realizzazione della strategia e alla pianificazione delle attività di comunicazione del PON e di animazione ed informazione del partenariato economico e sociale e della società civile, allo scopo di valorizzare il ruolo dell’ UE nelle politiche di sviluppo e garantire
trasparenza sull’utilizzo dei Fondi Comunitari;
AT.4 – in attuazione del Codice di condotta europeo sul partenariato provvederà ad intensificare e migliorare la qualità e il grado di incisività della consultazione con le parti economiche e sociali,
con la società civile, i cittadini e tutti i portatori di interesse.
DESTINATARI
Popolazione residente e turisti, operatori del settore turistico e culturale, istituzioni interessati dalla fruizione turistico-culturale connessa agli attrattori.
BENEFICIARI
– MiBACT (Direzioni regionali e altre strutture periferiche), – Regione Sicilia,
– nuove imprese nate nell’ultimo triennio operanti nell’ambito delle attività e dei settori riferiti alle industrie culturali;
– micro, piccole e medie imprese che operano nel settore culturale, turistica, creativa, dello spettacolo e dei prodotti tradizionali e tipici;​
– soggetti del Terzo Settore che operano nel settore culturale ed artistico e nelle attività a questo collegabili.
AREE GEOGRAFICHE AMMISSIBILI
Regioni meno sviluppate: Basilicata, Calabria, Campania, Puglia, Sicilia.
DOTAZIONE FINANZIARIA
Risorse disponibili 490.933.334,00 di euro di cui:
– FESR: 368.200.000,00 di euro
– Cofinanziamento nazionale: 122.733,334,00 euro.

 

OGGETTO
Il Programma Cosme (Competitiveness of small and medium size enterprises) è il programma volto a migliorare la competitività delle imprese e in particolare delle PMI (piccole e medie imprese). Sostituisce parzialmente, il precedente programma CIP – Programma per l’Innovazione e la Competitività, relativamente al sostegno delle imprese e dell’imprenditorialità.
DURATA
01/01/2014 – 31/12/2020
FONTE UFFICIALE
– Regolamento ( UE ) N. 1287/2013 del Parlamento Europeo e del Consiglio dell’11 dicembre 2013
– Commissione Europea – DG Imprese e Industria
ENTE EROGATORE
Commissione Europea
OBIETTIVO
Il programma mira a rafforzare la competitività e la sostenibilità delle imprese dell’ UE , in particolare le PMI e a promuovere una cultura imprenditoriale, nonché la creazione e la crescita delle PMI .
OBIETTIVI SPECIFICI
– Migliorare l’accesso delle PMI ai finanziamenti sotto forma di capitale proprio e di debito;
– migliorare l’accesso ai mercati, in particolare all’interno dell’ UE , ma anche a livello mondiale;
– migliorare le condizioni quadro per la competitività e la sostenibilità delle imprese dell’ UE , specie le PMI , incluse quelle nel settore del turismo;

– Paesi candidati all’UE: Islanda, Ex Repubblica iugoslava di Macedonia, Montenegro, Turchia e Serbia.
– Paesi potenziali candidati : Albania, Bosnia-Erzegovina, Kosovo (ai sensi della risoluzione 1244 del Consiglio di Sicurezza dell’ ONU ).
N.B. I paesi candidati e i potenziali candidati potranno partecipare conformemente ai principi e alle condizioni generali per la partecipazione di questi paesi ai programmi dell’Unione stabiliti nei rispettivi accordi quadro e nelle decisioni del Consiglio di associazione o in accordi simili.
ALTRI PAESI PARTECIPANTI
Paesi della politica europea di vicinato: Algeria, Armenia, Azerbaigian, Bielorussia, Egitto, Georgia, Israele, Giordania, Libano, Libia, Repubblica moldova, Marocco, Siria, Tunisia, Ucraina e Territori
palestinesi occupati.
N.B. I paesi della politica europea di vicinato potranno partecipare qualora gli accordi e le procedure lo consentano e conformemente ai principi e alle condizioni generali per la partecipazione di questi paesi ai programmi dell’Unione stabiliti nei rispettivi accordi quadro, protocolli agli accordi di associazione e decisioni del Consiglio di associazione.
DOTAZIONE FINANZIARIA DISPONIBILE
2.298,423 milioni di euro, dei quali almeno il 60% destinati agli strumenti finanziari
ENTITÀ DEL CONTRIBUTO
Specificato nei singoli bandi/inviti. L’assegnazione dei fondi nell’ambito del programma Cosme è gestita da intermediari finanziari, come banche, garanzie comuni e fondi di capitale di rischio.
MODALITÀ E PROCEDURE PER LA PRESENTAZIONE
Per l’attuazione del programma la Commissione adotta programmi di lavoro annuali che stabiliscono, in linea con gli obiettivi del programma, gli obiettivi perseguiti, i risultati previsti, il metodo di attuazione e l’importo totale delle azoni, nonché la descrizione delle azioni da finanziare, comprensive degli importi alle stesse assegnati e un calendario indicativo per la loro attuazione.
Sulla base dei programmi di lavoro annuali saranno lanciati inviti a presentare proposte (call for proposals) e gare d’appalto (call for tenders) per le diverse azioni da realizzare; ciascuna di esse specificherà le misure da realizzare o i servizi richiesti, i soggetti ammesse a partecipare, il budget e l’importo dei finanziamenti erogati, ecc. Il programma di lavoro 2014 è già reperibile sul sito web del programma.
Parte dei fondi del programma, in particolare per la realizzazione della prima azione (Azioni per migliorare l’accesso delle PMI ai finanziamenti) saranno gestiti da intermediari finanziari, come banche, garanzie comuni e fondi di capitale di rischio, in modo indiretto attraverso gli strumenti finanziari:
1. Strumento di capitale proprio per la crescita (EFG)
L’EFG si concentra su fondi che forniscono capitale di rischio e finanziamenti mezzanini, come i prestiti subordinati e i prestiti partecipativi, a imprese in fase di crescita ed espansione (in particolare quelle operanti a livello transfrontaliero), con la possibilità di investire in fondi di avviamento insieme allo strumento di capitale proprio per la R&I (Ricerca&Innovazione) nel
quadro di Orizzonte 2020 e di mettere a disposizione strumenti di co-investimento per gli investitori informali (business angel). Il sostegno dell’EFG è fornito attraverso le seguenti modalità:
– direttamente dal Fondo europeo per gli investimenti ( FEI ) o da altri organismi cui è affidata l’attuazione dell’EFG;​
– da fondi di fondi o altri strumenti di investimento che effettuano investimenti
transfrontalieri, istituti dal FEI o da altri organismi (tra cui gestori del settore privato o pubblico) cui è affidata l’attuazione dell’EFG a nome della Commissione insieme a istituzioni finanziarie private e/o pubbliche.
2. Strumento di garanzia dei prestiti (LGF)
L’LFG comprende garanzie per finanziamento mediante prestiti (inclusi il prestito subordinato e il prestito partecipativo, il leasing o le garanzie ancarie), che riducono le particolari difficoltà incontrate da PMI vitali nell’ottenere crediti (perché i loro investimenti sono percepiti come più rischiosi o perché le imprese non dispongono di garanzie reali sufficienti) e la cartolarizzazione di
portafogli di crediti concessi a PMI, che mobilita risorse supplementari per il finanziamento delle PMI mediante il prestito, nel quadro di adeguati accordi di condivisione del rischio con le istituzioni in questione. È gestito direttamente dal FEI o da altri organismi cui ne è affidata l’attuazione. La durata massima delle garanzie concesse individualmente ai sensi dell’LGF non può superare i 10 anni. Il suo sostegno alle imprese può prendere le seguenti forme:
– controgaranzie e altri accordi di condivisione dei rischi per i sistemi di garanzia comprese cogaranzie;
– garanzie dirette e altri accordi di condivisione dei rischi per altri intermediari finanziari che soddisfano specifici criteri di ammissibilità.

Partner

COLLABORIAMO CON

Pubblico

Privato